Europa e glifosato: un aggiornamento.

Il 6 giugno 2016 i 28 Stati membri della UE hanno dovuto rinviare il voto sul rinnovo dell’autorizzazione all’uso del glifosato, l’erbicida sospettato di essere cancerogeno. Hanno pesato le astensioni (un po’ pilatesche, forse, ma comunque significative) di sette paesi, tra i quali Italia, Francia e Germania, e l’unico voto negativo di Malta (qui trovate altre informazioni).
La prossima riunione a Bruxelles sarà il 21 giugno: significa che c’è ancora tempo per aderire alle campagne promosse da Change.org e da Avaaz, la cui grande importanza -per il numero di adesioni raccolte e per il grande dibattito pubblico suscitato- è stata pubblicamente riconosciuta da Pavel Poc, Vicepresidente della Commissione Ambiente della UE. Insomma, i cittadini possono davvero fare la differenza…

Annunci

2 risposte a “Europa e glifosato: un aggiornamento.

    • Grazie per il promemoria, Andrea! Troverai nel blog un aggiornamento sulle decisioni finora adottate dal Consiglio provinciale, da quello regionale e dall’assemblea congiunta dei tre territori dell’Euregio, Trentino, AltoAdige/Südtirol e Tirolo proprio in tema di partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti. Certo, noi non abbiamo competenze dirette in questo ambito ma possiamo vigilare sul l’azione del Governo e delle istituzioni europee, costruendo reti con le istituzioni locali della UE e promuovendo conoscenza e informazione tra i cittadini.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...